Piattaforma proprietaria (Windows)

Su internet si possono trovare molti programmi liberi adattati per piattaforme proprietarie.
I programmi liberi sono più di semplici programmi gratuiti. Un programma libero vi garantisce 4 libertà fondamentali:

  • La libertà di poter usare il programma per qualunque scopo (anche se sembra scontato non lo è);
  • La libertà di poter studiare e modificare il programma;
  • La libertà di copiare il programma in modo da aiutare il prossimo;
  • La libertà di migliorare il programma e distribuire i miglioramenti;

Se voi installate un software libero sul vostro computer, quel software è vostro e potete utilizzarlo per fare tutto ciò che volete. Ciò non accade con i software proprietari: quando voi firmate la licenza d’uso, infatti, acconsentite ad usare il programma limitatamente a quello che vi consente la licenza. Ad esempio, non si potrebbe installare MS Office in una scuola se non si paga la licenza scolastica. Questo problema non esiste se si installa OpenOffice.org, che può essere installato in ogni ambiente senza dover pagare niente.

Quasi tutti pensano che modificare un programma sia una cosa non solo illegale ma anche sbagliata. Ciò è vero se ci si riferisce a programmi proprietari, ma non è lo stesso per i programmi liberi. Modificare un programma non significa peggiorarlo. Con il software libero è possibile modificare il programma e migliorarlo, magari aggiungendo funzioni che secondo noi sono più utili. Non solo, possiamo redistribuire il programma liberamente anche con le nostre modifiche. Il miglior esempio in questo campo è Chrome, il noto browser web. Per Chrome esistono migliaia di estensioni, cioè funzioni che originariamente non erano implementate nel programma e che sono state scritte da qualcuno che le riteneva utili per se, e poi le ha messe a disposizione di tutti.

Capìte quindi che usare software libero è vantaggioso perchè dà molte più possibilità rispetto al proprietario. Tuttavia ora vi dovrebbe sorgere un’ interrogativo: è sicuro usare software libero, considerato che tutti possono metterci le mani? La risposta è sì, il software libero è sicuro. Proviamo a capire perchè. Il codice sorgente (cioè il codice con il quale il programma è stato scritto) è accessibile a tutti e quindi se dovesse sorgere un problema, o ci fosse un virus capace di danneggiare il programma il punto debole sarebbe subito individuato da moltissimi sviluppatori sparsi in giro per tutto il mondo e il problema sarebbe eliminato nel giro di pochi giorni. Al contrario di come molti pensano, la documentazione per il software libero è abbondante e aggiornata spesso. Gli utenti del software libero si organizzano in comunità, in modo da aiutarsi da soli. Un esempio è il forum del sistema Ubuntu Linux dove gli utenti più esperti aiutano i nuovi, e così via. Quindi usare software libero non vuol dire avere solo più opzioni, ma significa anche essere più sicuri.

Abbiamo qui cercato di darvi una panoramica sul Software Libero, e di seguito vi proponiamo un elenco di software libero che abbiamo scelto per voi. Il suo impiego va dalla navigazione di Internet alla modifica di immagini. Se volete ulteriori informazioni visitate la pagina riguardante il software libero su wikipedia. Speriamo di avervi dato un approccio completo al mondo dei programmi liberi, ecco a voi la nostra lista.

OpenOffice.org

OpenOffice.org o OOo e una suite di programmi per l’ufficio e di produttività personale.
Sono supportate ufficialmente versioni per GNU/Linux, Microsoft Windows, Solaris e Mac OS X, ma è possibile installarlo anche su altri sistemi operativi. La versione attuale è la 4 scaricabile dal Sito Ufficiale con la rispettiva documentazione. OpenOffice è tradotto in 44 lingue tra cui, naturalmente, anche l’italiano.

VLC

Questo è un programma che permette di eseguire file multimediali (audio e video). Di base possiede una grafica minimale anche se si può personalizzare. Supporta la lettura in streaming e permette di eseguire qualsiasi tipo di file. Può riprodurre anche DVD cifrati e non. E’ multipiattaforma: gira su Windows, Linux, Mac Os X, Solaris e altri ancora. Per ulteriori informazioni visita il Sito Ufficiale.

Gimp

Anche se non ancora a livello di PhotoShop, Gimp è un ottimo programma di grafica bitmap e fotoritocco. Comprende molti script e filtri e ha molti strumenti facili da usare. Supporta la maggior parte dei formati di immagine e esiste un plugin, GAP (Gimp Animation Packet), che permette di creare e lavorare su animazioni e filmati. Potete scaricarlo tranquillamente dal Sito Ufficiale.

7Zip

Ottimo programma per comprimere file. Supporta moltissimi formati come zip, rar, tar o cab e, a livello di compressione, è uno tra i più alti. E’ perfettamente integrato con windows e si può trovare in due versioni: 32 o 64 bit. Si può scaricare al Sito Ufficiale.

Altri